legge di bilancio 2023

03 gennaio 2023

LEGGE DI BILANCIO 2023:
sintesi delle novità

 

Si comunica che è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale la Legge n. 197 del 29.12.2022, c.d. "Legge di bilancio 2023"
 


Di seguito si forniscono le novità salienti, di maggiore interesse per i clienti dello Studio, fra innalzamento del tetto del contante, misure contro il caro energia, pacchetto di norme sul lavoro e famiglia , misure fiscali, superbonus e bonus mobili, disposizioni sulla riscossione e definizioni agevolate.

 

 

 

SOGLIA DEL CONTANTE A 5.000 EURO

Dal 1° gennaio 2023. il valore soglia oltre il quale si applica il divieto al trasferimento di denaro contante, passa da 1.000 a 5.000 euro. 
 


 

MISURE CONTRO IL CARO-ENERGIA


Si prevede un Contributo straordinario a carico delle imprese produttrici per l’anno 2023.
Per il 1° trimestre 2023 si confermano i Crediti di imposta precedenti, con aumento delle percentuali :

  • per le imprese energivore al 45% in luogo del 40%
  • per imprese diverse dalle energivore, dotate di contatori di energia elettrica pari o superiore a 4,5 kW, al 35%, in luogo del 30 per cento
  • per imprese gasivore, al 45% per cento, in luogo del 40%
  • per le imprese non gasivore al 45%, in luogo del 40%

Si prevede inoltre:

  • Annullamento oneri generali di sistema elettrico
  • IVA ridotta somministrazioni gas metano
  • Bonus sociali per le categorie di clienti svantaggiati
  • Credito d'imposta per l'acquisto di carburante da parte di imprese agricole e della pesca

 


PACCHETTO LAVORO E FAMIGLIA



Agevolazioni assunzioni a tempo indeterminato

Agevolazioni alle assunzioni a tempo indeterminato con una soglia di contributi fino a 8 mila euro per chi ha già un contratto a tempo determinato e in particolare pe le donne under 36 e per i percettori del reddito di cittadinanza. 


Assegno unico per le famiglie con 3 o più figli (610 milioni)

Per il 2023 sarà maggiorato del 50% per il primo anno di vita del bambino, e di un ulteriore 50% fino ai tre anni  per le famiglie composte da 3 o più figli. Maggiorata anche l'importo ulteriore per le famiglie numerose Confermato l’assegno per i disabili.


Premi di produttività detassati 

Per i dipendenti aliquota al 5% per i premi di produttività fino a 3.000 euro.


Contratti di prestazione occasionale (lavoro accessorio, ex voucher)

Ampliamento della possibilità di ricorrere a prestazioni di lavoro occasionale accessorio, attraverso l'aumento da cinque a dieci mila euro l'anno del limite massimo dei compensi che possono essere corrisposti da ciascun utilizzatore, la previsione che si possa ricorrere a tali prestazioni anche in relazione alle attività agricole, nonché da parte di utilizzatori con un numero di dipendenti con contratto a tempo indeterminato fino a dieci, anziché a cinque


Cuneo Fiscale

Incrementata al 3%, per il 2023 , del taglio della quota dei contributi previdenziali a carico dei lavoratori dipendenti pubblici e privati (esclusi i lavoratori domestici) 
La platea dei beneficiari è fissata ai dipendenti con retribuzione imponibile di 1923 euro mensili (25mila euro annui) 
Contemporaneamente si conferma il taglio del 2% sui contributi dovuti sulle retribuzioni fino a 35mila euro annui (2.692 euro mensili) già in vigore per la seconda parte del 2022.


Smart working solo per i fragili

Viene prorogato sino al 31 marzo 2023 solo per i lavoratori fragili ovvero con particolari patologie o disabilità sia del settore pubblico che privato


Reddito di ittadinanza

Nel 2023 il Reddito di cittadinanza viene limitato a 7 mesi, con eccezioni.


Congedo parentale

Congedo parentale retribuito all'80% invece del 30% per un mese ,  fruibile fino ai sei anni di vita del bambino,fruibile da entrambi i genitori.


Con l'approvazione della Manovra Finanziaria 2023 si prevede inoltre che:

  • per le scuole partitarie è previsto il ripristino del contributo (70 mln) + trasporto disabili (24 mln),
  • si avvia un nuovo schema di anticipo pensionistico per il 2023 che consente di andare in pensione con 41 anni di contributi e 62 anni di età anagrafica (quota 103). Per chi decide di restare a lavoro decontribuzione del 10%;
  • viene prorogata per il 2023 Opzione donna con modifiche: in pensione a  58 anni con due figli, 59 con un figlio, 60 altri casi ma solo per lavoratrici in categorie svantaggiate Confermata anche Ape sociale per i lavori usuranti;
  • dal 1° gennaio 2023 alle persone tra 18 e 59 anni (abili al lavoro ma che non abbiano nel nucleo disabili, minori o persone a carico con almeno 60 anni d’età) è riconosciuto il reddito nel limite massimo di 7/8 mensilità invece delle attuali 18 rinnovabili. E’ inoltre previsto un periodo di almeno sei mesi di partecipazione a un corso di formazione o riqualificazione professionale. In mancanza, decade il beneficio del reddito. Si decade anche nel caso in cui si rifiuti la prima offerta congrua.

 
Rinegoziazione mutui, tasso da variabile a fisso

Si prevede la possibilità di passare a tasso fisso sui mutui ipotecari in origine non superiori a 200.000 euro e per chi ha un’Isee non superiore a 35.000 euro e senza ritardi nei pagamenti delle rate.

 

 

MISURE FISCALI


Regime forfettario

si innalza a 85 mila euro (da 65.000) la soglia di ricavi e compensi che consente di applicare un'imposta forfettaria del 15%. 


Flat tax incrementale

si introduce, a determinate condizioni e limitatamente all'anno 2023, per le persone fisiche titolari di reddito d'impresa e/o di lavoro autonomo che non applicano il regime forfettario, una "tassa piatta" (flat tax) al 15 per cento da applicare alla parte degli aumenti di reddito calcolata rispetto ai redditi registrati nei tre anni precedenti. 
 
Aumento delle soglie di ricavi per accedere alla contabilità semplificata

Le soglie di ricavi da non superare nell’anno per usufruire della contabilità semplificata sono elevate da

  • 400.000 a 500.000 euro per le imprese che esercitano la prestazione di servizi 
  • da 700.000 a 800.000 euro per le imprese aventi a oggetto altre attività


Regime fiscale delle mance

sono qualificati come redditi da lavoro dipendente le cosiddette mance, nei settori della ristorazione e dell'attività ricettive, sottoponendole a un'imposta sostituiva dell'Irpef e delle relative addizionali territoriali con aliquota del 5%.


Tassazione premi risultato

si dispone la riduzione dal 10% al 5% dell'aliquota dell'imposta sostitutiva sulle somme erogate sotto forma di premi di risultato o di partecipazione agli utili d'impresa ai lavoratori dipendenti del settore privato 


Teleriscaldamento

si applica un'aliquota IVA ridotta al 5% ai servizi di teleriscaldamento, contabilizzati nelle fatture emesse per i consumi stimati o effettivi dei mesi di gennaio, febbraio e marzo dell'anno 2023


Plastic tax e sugar tax

Si posticipa al 1° gennaio 2024 la decorrenza dell'efficacia della c.d. plastic tax e della c.d. sugar tax 


Commercio al dettaglio deducibilità ammortamento beni strumentali

E' previsto un aumento al 6%, in luogo dell'attuale 3%, della deducibilità delle quote di ammortamento del costo dei fabbricati strumentali per l’esercizio dell’impresa.

  • per le imprese che esercitano l’attività del commercio al dettaglio, ipermercati,
    supermercati e alcune determinate categorie di commercio.
  • limitatamente per il periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2023 e per i quattro successivi,

 

Iva ridotta su prodotti igienici e per l'infanzia 

sono assoggettati all'aliquota IVA ridotta al 5% i prodotti per la protezione dell'igiene intima femminile, i tamponi e gli assorbenti (precedentemente soggetti all'aliquota IVA al 10%), nonché alcuni prodotti per l'infanzia


Pellet

si assoggetta ad aliquota IVA ridotta al 10% la cessione dei IVA sui pellet, in luogo dell'aliquota ordinaria al 22%


Fondo per la prima casa

rifinanziando con ulteriori 430 milioni di euro il Fondo di garanzia per la prima casa per l'anno 2023, con proroga al 31 dicembre 2023 della speciale disciplina emergenziale del Fondo di solidarietà per la sospensione dei mutui relativi all'acquisto della prima casa (cd. Fondo Gasparrini); proroga inoltre al 31 marzo 2023 la disciplina emergenziale del Fondo di garanzia per la prima casa;  proroga al 31 dicembre 2023 le agevolazioni in materia di imposte indirette per l'acquisto della prima casa da parte degli under 36


Acquisto immobili

si consente di detrarre dall'Irpef il 50 per cento dell'IVA versata per l'acquisto, entro il 31 dicembre 2023, di Iva immobili residenziali di classe energetica A o B ceduti dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50 per cento dell'imposta dovuta sul corrispettivo ed è ripartita in dieci quote costanti nell'anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d'imposta successivi ed è consentita anche con riferimento agli acquisti da OICR


Tassazione pensioni Svizzera

si estende il regime della ritenuta a titolo di imposta sostitutiva del 5 per cento, operata dagli intermediari residenti che intervengono nella riscossione sulle somme corrisposte in Italia da parte della assicurazione invalidità, vecchiaia e superstiti Svizzera


Pensioni Principato di Monaco

si assoggettano a imposta sostitutiva con aliquota del 5% le somme corrisposte da enti di previdenza e assistenza del Principato di Monaco, ove siano percepite da soggetti residenti senza l'intervento di intermediari italiani


Redditi agrari

si estende all'anno 2023 l'esenzione ai fini IRPEF - già prevista per gli anni dal 2017 al 2022 - dei redditi dominicali e agrari relativi ai terreni dichiarati da coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola


Esenzione IMU immobili 

sono esentati dal pagamento dell'imposta municipale propria (IMU) i proprietari di occupati immobili occupati che abbiano presentato regolare denuncia


 

SUPERBONUS E BONUS MOBILI


Superbonus

Riviste e ampliate le norme che prevedono alcuni casi di esclusione dalla riduzione dal 110% al 90% dell’aliquota per il Superbonus a partire dal 2023. 
Si avrà ancora diritto a mantenere l’aliquota al 110% in caso di:

  • interventi effettuati dai proprietari, o comproprietari di immobili con fino a quattro appartamenti per i quali alla data del 25 novembre, risulta presentata la CILAS;
  • interventi effettuati dai condomini per i quali la delibera assembleare che ha approvato l'esecuzione dei lavori risulta adottata entro il 24 novembre e la CILAS presentata entro il 25;
  • interventi effettuati dai condomini per i quali la delibera assembleare che ha approvato l'esecuzione dei lavori risulta adottata entro il 18 novembre e la CILAS presentata entro il 31 dicembre;
  • interventi comportanti la demolizione e la ricostruzione degli edifici per i quali al 31 dicembre 2022 risulta presentata la domanda per l'acquisizione del titolo abilitativo.

Per gli interventi condominiali introdotto l’obbligo per l’amministratore, o del condomini rappresentate per i mini condomini, di autocertificare la data della libera dell’assemblea. 


Proroga bonus mobili

Prorogata anche per gli anni 2023 e 2024 la detrazione d’imposta del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici green in caso di interventi di ristrutturazione della casa : il tetto massimo di spesa sarà di 8.000 euro (nel 2022 era di 10.000 euro).


 
 

TASSAZIONE D'IMPRESA E DELLE ATTIVITA’ FINANZIARIE


Deduzione operazioni con Stati non cooperativi a fini fiscali 

  • ripristino alcuni limiti alla deducibilità delle spese e degli altri componenti negativi di reddito derivanti da operazioni intercorse con imprese e professionisti residenti, localizzati in Stati non cooperativi a fini fiscali

Affrancamento utili di fonte estera

  • possibile affrancare o rimpatriare, attraverso il pagamento di un'imposta sostitutiva, gli utili e le riserve di utili non distribuiti ai contribuenti che, nell'ambito di attività di impresa, detengono partecipazioni in società ed enti esteri, in particolare ubicati in Stati o territori a regime fiscale privilegiato

Plusvalenze da beni immobili

  • si assoggettano a imposizione in Italia le plusvalenze derivanti, per i soggetti non residenti, dalla cessione di partecipazioni in società ed enti, non negoziate in mercati regolamentati, il cui valore, per più del 50%, deriva direttamente o indirettamente da beni immobili situati in Italia.

Assegnazione beni ai soci 

  • sono introdotte agevolazioni fiscali temporanee per le cessioni o assegnazioni, da parte delle società - ivi incluse le cd. società non operative - di beni immobili e di beni mobili registrati ai soci;

Investimenti 4.0

  • proroga al 30 settembre 2023. Per completare gli investimenti in beni strumentali 4.0 prenotati entro il 31.12.2022 c'è tempo fino al 30.09.2023.

Estromissione beni imprese individuali 

  • le disposizioni concernenti la cd. estromissione dei beni di imprese individuali - ossia la possibilità di escludere beni immobili strumentali dal patrimonio dell'impresa, assegnandoli all'imprenditore dietro pagamento di un'imposta sostitutiva - sono estese anche alle esclusioni dei beni posseduti alla data del 31 ottobre 2022, poste in essere dal 1° gennaio 2023 al 31 maggio 2023

Rivalutazione partecipazioni e terreni

  •  riaperta la possibilità di rivalutare titoli e partecipazioni, nonche’ terreni dietro il versamento di un'imposta sostitutiva e dei terreni edificabili e con destinazione agricola  -Redazione perizia entro il 15 novembre 2023. 

Agevolazioni in materia di imposte indirette

  •  Imposte di registro ed ipotecaria nella misura fissa ed imposta catastale nella misura dell'1% per i trasferimenti a titolo oneroso di terreni agricoli, posti in essere a favore di persone fisiche di età inferiore a quaranta anni che dichiarino nell'atto di trasferimento di voler conseguire, entro il termine di ventiquattro mesi, l'iscrizione nell'apposita gestione previdenziale ed assistenziale prevista per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali. Agevolazioni anche per i terreni montani. ; 


Giochi

Il disegno di legge proroga, a titolo oneroso, fino al 31 dicembre 2024, talune concessioni per la raccolta a distanza dei giochi pubblici in scadenza al 31 dicembre 2022. 
Dispone altresì un incremento del 15 per cento del corrispettivo una tantum versato dai concessionari interessati. 
Sono prorogate a titolo oneroso fino al 31 dicembre 2024:

  • le concessioni per la raccolta del gioco del Bingo in scadenza il 31 marzo 2023;
  • le concessioni di realizzazione e conduzione delle reti di gestione telematica del gioco mediante apparecchi da divertimento e intrattenimento in scadenza il 29 giugno 2023; 
  • le concessioni per la raccolta delle scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, compresi gli eventi virtuali, in scadenza il 30 giugno 2024


Disciplina fiscale delle cripto-attività

  • Viene a tal fine introdotta una nuova categoria di "redditi diversi" costituita dalle plusvalenze e dagli altri proventi realizzati mediante rimborso o cessione a titolo oneroso, permuta o detenzione di cripto-attività, comunque denominata, archiviata o negoziata elettronicamente su tecnologie di registri distribuiti o tecnologie equivalenti, non inferiori complessivamente a 2.000 euro nel periodo d'imposta. .
  • Si consente di determinare, per il calcolo delle plusvalenze e minusvalenze, il valore di acquisto delle cripto-attività possedute alla data del 1° gennaio 2023 a condizione che il predetto valore sia assoggettato ad una imposta sostitutiva delle imposte sui redditi, nella misura del 14 per cento. . 
  • Il disegno di legge permette ai contribuenti che non hanno indicato nella propria dichiarazione la detenzione delle cripto-attività e i redditi derivati dalle stesse, di regolarizzare la propria con il pagamento un'imposta sostitutiva in misura pari al 3,5 per cento del valore delle cripto-attività detenute al termine di ogni anno. .

Presidio partite IVA 

  • Viene rafforzata l'attività di presidio preventivo connesso all'attribuzione e all'operatività delle partite IVA. L'Agenzia puo’ verificare l'effettivo esercizio dell'attività. Vengono indicate le modalità con le quali, successivamente al provvedimento di cessazione, la partita IVA può essere nuovamente richiesta nonché il regime sanzionatorio applicabile. Eliminata la responsabilità in solido per il pagamento delle sanzioni da parte dell'intermediario che trasmette per conto del contribuente la dichiarazione di inizio attività a fini IVA


 

 

DEFINIZIONI AGEVOLATE E RAVVEDIMENTO SPECIALE

 

Definizione agevolata delle pretese tributarie

Vengono previste diverse misure per definire la pretesa del fisco dall'accertamento alla cartella di pagamento, fino al contenzioso innanzi alle corti tributarie. 
Possibile anche ottenere dilazioni dei pagamenti dovuti e dell'abbattimento di alcune somme dovute al fisco a titolo di aggio, di interessi, ovvero a titolo di sconto sulle sanzioni. 
La normativa è articolata per cui rinviamo a un successivo articolo per i dettagli. 
In breve viene prevista la possibilità di: 

  • definire con modalità agevolate le somme dovute a seguito dei cd. avvisi bonari 
  • riapertura dei termini per il versamento delle ritenute alla fonte nei confronti di federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva e associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche, 
  • possibilità di sanare le irregolarità, le infrazioni e le inosservanze di obblighi o adempimenti, di natura formale; 
  • Ravvedimento speciale per regolarizzare le dichiarazioni - purché validamente presentate - fino al periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2021 ; 
  • possibilità di definire con modalità agevolate gli atti di accertamento purché non impugnati e per i quali non siano decorsi i termini per presentare ricorso ;
  • definizione agevolata delle controversie tributarie pendenti (commi 149-167); 
  • in alternativa alla definizione agevolata delle controversie è consentito definire - entro il 30 giugno 2023 - con un accordo conciliativo fuori udienza le controversie tributarie pendenti; 
  • si introduce e disciplina, in alternativa alla citata definizione agevolata delle controversie, la rinuncia agevolata, entro il 30 giugno 2023, alle controversie tributarie; 
  • si consente di regolarizzare l'omesso o carente versamento di alcune somme riferite a tributi amministrati dall'Agenzia delle entrate; 
  • si dispone l'annullamento automatico dei debiti tributari fino a mille euro (comprensivo di capitale, interessi e sanzioni) risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015.
  • viene prevista altresì la definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione c.d. rottamazione delle cartelle esattoriali.

Archivio news

 

News dello studio

mar22

22/03/2023

REGOLARIZZAZIONE DELLE VIOLAZIONI FORMALI ENTRO IL 31 MARZO 2023

Il Legislatore della Legge di bilancio 2023 ha riproposto, nell’ambito della cosiddetta tregua fiscale, la possibilità di regolarizzare le violazioni, irregolarità, inosservanze di obblighi e adempimenti di natura

mar2

02/03/2023

SUL BONUS CARBURANTE 2023 DI €. 200,00 SONO DOVUTI I CONTRIBUTI

Il bonus carburante di Euro 200,00 , già esistente nel 2022, è stato riproposto dall’art. 1 del Decreto Legge 5 del 2023, in cui si specifica che il valore dei buoni benzina non concorre

gen20

20/01/2023

Bonus carburanti 200 euro

Sulla G.U. del 14 gennaio 2023 è stato pubblicato il d.l. n. 5, emesso in pari data, recante “Disposizioni urgenti in materia di trasparenza dei prezzi dei carburanti e di rafforzamento

News